Alma Bacciarini (1921-2007)

bacciariniLa versione integrale di questa biografia è disponibile presso la sede AARDT

Nacque nel 1921 a Cabbio in una famiglia di antiche tradizioni liberali e suo padre fu per circa trent’anni il sindaco del paese. Dopo aver conseguito il diploma magistrale a Locarno continuò i suoi studi diplomandosi nel 1943 presso l’università di Zurigo.

Terminati gli studi rientrò in Ticino e dal 1945 lavorò come insegnante. Parallelamente alla professione di insegnante la Bacciarini si dimostrò subito attiva in ambito culturale, politico e nella promozione della parità dei diritti tra uomo e donna.

Pubblicò, con una certa regolarità, articoli inerenti a questioni politiche e di costume su numerose testate cantonali e contribuì pure alla buona riuscita della trasmissione radiofonica Per la Donna condotta da Iva Cantoreggi.

Dopo essersi impegnata in prima linea per l’ottenimento dei diritti politici femminili si dedicò all’impegno politico all’interno del partito liberale ricoprendo numerose cariche ufficiali: fu infatti consigliera comunale, gran consigliera e anche la prima donna ticinese ad occupare un seggio in Consiglio Nazionale.

Alma Bacciarini svolse pure un ruolo attivo all’interno di numerose associazioni in ambito culturale e nel 1988, per celebrare il suo impegno in questo campo, ricevette dal Comune di Milano l’Ambrogino d’oro.

Inoltre, per poter diffondere i suoi ideali di parità tra i sessi, si impegnò in prima linea in numerose associazioni femminili e nel 1991, durante il suo mandato di presidenza della Federazione Associazioni Femminili Ticino dal 1989 al 1992, promosse la traduzione (curata da Iva Cantoreggi) e la pubblicazione in lingua italiana del volume di Lotti Ruckstuhl Il suffragio femminile in Svizzera.

Alma Bacciarini morì, all’età di 85 anni, nel 2007: nel corso della sua vita si dimostrò una donna impegnata su molteplici fronti, ma in modo particolare le sue energie furono rivolte alla difesa delle minoranze o degli elementi sfavoriti.

Autrice: Susanna Castelletti, 2 luglio 2014

© 2014 AARDT- CH 6818 Melano

Crediti fotografici: L. Ruckstuhl, Il suffragio femminile in Svizzera, G. Casagrande, Lugano 1991.

Pubblicazioni a cura di Alma Bacciarini

Alma Bacciarini, Un Bilancio: testi apparsi su “Il Dovere” e “La Regione Ticino” dal 1980 e il 1998, Salvioni, Bellinzona 1998.

 

Fonti e bibliografia

Archivi
Associazione Archivi Riuniti delle Donne, Melano

Fondo Autrici, Alma Bacciarini

Bibliografia

Susanna Castelletti, “Alma Bacciarini: una vita per la parità” in Der kampf um gleiche Rechte, Schweizerisches Verband für Frauenrechte, Schwabe, Bern 2009, pp.397-401.