Liliana Rampello presenta il suo volume Il canto del mondo reale. Virginia Woolf. La vita nella scrittura

Un altro libro che ci parla della vita e delle opere di Virginia Woolf può avere la capacità di stimolare ancora l’interesse di lettrici e lettori, magari appagati dall’eccezionale bravura della loro autrice preferita? Sì, ma a condizione che il nuovo libro compia almeno una mossa inedita e stupefacente in grado di mostrare una pratica di lettura mai tentata sui testi della Woolf. Liliana Rampello è colei che compie la mossa inaugurale di un nuovo percorso e rilancia la grande potenzialità ermeneutica che il taglio della differenza sessuale offre per rileggere i testi anche letterari, specialmente quelli che nascono già coscientemente segnati dalla differenza (e le pagine di Virginia Woolf lo sono)…(Annarosa Buttarelli).

Liliana Rampello insegna Estetica all’Università di Bologna. Ha scritto molti saggi e ha dedicato una monografia a Marcel Proust, La grande ricerca, edito da Pratiche nel 1994. Ha curato e introdotto il volume Virginia Woolf tra i suoi contemporanei (Alinea, 2002); nel 2005 è uscito per La Tartaruga Edizioni il suo saggio Miracoli quotidiani: Virginia Woolf (in Concepire l’infinito a cura di Annarosa Buttarelli). Collabora con Studi di Estetica e firma la rubrica Ai libri non si resiste, di Via Dogana, rivista della Libreria delle donne di Milano. Nel sito internet della libreria cura la stanza Paradiso, dedicata a libri e recensioni.

Gli atti dell’incontro sono consultabili nel quaderno Alla luce del presente.

 07 OTTOBRE 2006 – Incontro con Liliana Rampello