Sara Radaelli (1835-1919)

La versione integrale di questa biografia è disponibile presso la sede AARDT

Sara Radaelli nacque a Mendrisio il 6 aprile 1835 da Davide e Carolina nata Galli.

Fu assunta nel 1863 come maestra alle Scuole elementari maggiori femminili di Mendrisio, dove in seguito aprì una scuola privata femminile, educando diverse generazioni di giovani donne.

Dal 1890, godendo ormai di un’indiscussa fama di educatrice, diresse l’Asilo privato fondato da Juan Bernasconi nel quartiere di Noseda e destinato ai figli delle famiglie più povere del Borgo.

I suoi stretti rapporti con la famiglia di benefattori mendrisiensi, e in particolare con la signorina Maria Bernasconi, fecero sì che la maestra Radaelli venne nominata nel 1908 presidente della Società di Mutuo Soccorso Femminile di Mendrisio, creata nel 1905 proprio grazie alle munifiche donazioni della signorina Maria, e che ebbe come scopo il “soccorso materiale, intellettuale e morale delle donne”.

Da “egregia maestra” a “egregia direttrice”, Sara Radaelli venne sempre ricordata come “favorevolmente conosciuta per non comune corredo di cognizioni didattiche e pedagogiche” e a sua azione si distinse per la “sua premurosa gentilezza” nei confronti di tutti coloro che ebbero il privilegio di conoscerla.

Sara Radaelli si spense a Mendrisio l’8 febbraio 1919.

Autore: Andrea Stephani, 2 ottobre 2015

© 2015 AARDT – CH-6818 Melano

 

Fonti e bibliografia

Archivi

Archivio di Stato, Bellinzona (Fondo Diversi).

AStM: Archivio Storico della Città di Mendrisio.

Catalogo online SBT dei periodici.

Bibliografia

Bianchi Stefania, Navone Nicola, Talarico Rosario, L’Ospedale della Beata Vergine di Mendrisio – 150 anni di storia e memoria, Quaderni di Casa Croci, Tipo Print, Mendrisio, 2010.

Medici Mario, Storia di Mendrisio, Volume II.